Parchi Naturali

Parco Naturale Regionale dell’Antola

L’inespugnabile Castello della Pietra e altri suggestivi manieri risalenti all’Epoca degli antichi feudi imperiali dominano le valli che risalgono verso il Monte Antola, cuore dell’omonimo parco naturale regionale.

L’equilibrio raggiunto dall’uomo con la natura, è testimoniato dal sistema delle vie di comunicazione e degli antichi insediamenti, con casoni in pietra e legno, oratori affrescati, seccherecci e mulini. I castagneti secolari e le splendide fioriture dei pascoli dell’Antola, sono stati attraversati da generazioni di mulattieri per il trasporto del sale verso la pianura Padana, e oggi sono meta di un escursionismo che è già divenuto tradizione.

COME ARRIVARE al Parco Naturale Regionale dell’Antola

IN AUTO

Autostrade: A7 Genova-Milano (caselli di Busalla, Ronco Scrivia, Isola del Cantone);

Viabilità ordinaria: SS 45 Genova-Piacenza, che collega Genova-Prato (in prossimità del casello Genova Est) con Torriglia, Rovegno e Gorreto; SS 35 dei Giovi che collega Genova con Alessandria.

IN TRENO:

Lungo la linea Genova-Arquata Scrivia e con la ferrovia Genova-Casella.

AUTOBUS:

Con le linee AMT in partenza da Genova


Parco Naturale Regionale di Portofino

 

Il gigantesco blocco di puddinga del Promontorio di Portofino costituisce l’area protetta costiera più a nord del Mediterraneo occidentale, tra freschi boschi appenninici e la calda macchia mediterranea, tra civiltà del castagno e dell’ulivo, tra tradizione contadina e marinara. Protetto dal 1935, ospita una delle maggiori concentrazioni floristiche del Mediterraneo, una notevole varietà di uccelli e invertebrati, importanti testimonianze architettoniche, paesaggi tra i più celebri del mondo. I fondali conservano l’intera gamma delle biocenosi marine dell’alto Tirreno.

COME ARRIVARE al Parco Naturale Regionale di Portofino

IN AUTO:

AUTOSTRADE: A12 Genova – Livorno, caselli di: Recco, Rapallo, Chiavari.
VIABILITA’ ORDINARIA: SS 1 Aurelia.

IN TRENO:

Linea Genova-La Spezia, stazioni di: Camogli, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Zoagli, Chiavari.

IN AUTOBUS:

* Tutti i Comuni e le frazioni del Parco sono servite dalle autolinee della Tigullio Trasporti S.p.a.

TRAGHETTI:

* Trasporti Marittimi Turistici Golfo Paradiso snc
* Servizio Marittimo del Tigullio
* Inoltre diverse società di battellieri in partenza dal porto di Genova (zona Expo-Acquario di Genova).


Parco Naturale Regionale dell’Aveto

 

Piante insettivore vegetano sulle sponde di laghetti incastonati nella foresta delle Lame, cuore del parco naturale regionale dell’Aveto. Il paesaggio, dominato dalle maggiori cime dell’Appennino ligure, tra i 1600 e 1800 metri di altitudine, ricorda aree alpine centroeuropee anche per i pascoli, mantenuti dalle attività di allevamento bovino, con produzione di un tipico formaggio. Grazie ai finanziamenti del parco e all’impegno dei minatori, è ora possibile visitare una profonda miniera di manganese con un suggestivo trenino. Notevoli gli insediamenti storici di origine rurale e gli edifici sacri come l’antica Abbazia di Borzone.

COME ARRIVARE al Parco Naturale Regionale dell’Aveto

IN AUTO:
Autostrada: A12 GENOVA LIVORNO ( uscite Chiavari – Lavagna)
Strade principali:
S.P. 586 della Val d’Aveto; S.P. 26 della Val Graveglia; S.P. 26 bis del Passo del Bocco; S.P. 654 della Val di Nure; S.P. 56 di Barbagelata; S.P. 23 della Scoglina.
IN TRENO:
Linea Genova – Pisa (stazioni ferroviarie di Chiavari o Lavagna)
IN AUTOBUS:
Tigullio Pubblici Trasporti (numero verde 800014808 – 185 3731);
Azienda dei Trasporti Pubblici di Parma e Provincia (TEP) (numero verde 800977966 – Tel. 0521/2141)


Parco Naturale Regionale delle Cinque Terre

 

Il Parco Nazionale delle Cinque Terre, inserito nell’elenco del patrimonio mondiale, ambientale e culturale dell’Unesco, offre caratteristiche ambientali e culturali da salvaguardare e valorizzare: coste a strapiombo sul mare con baie e spiaggette, migliaia di chilometri di muretti a secco a segnare i terrazzi per la coltivazione della vite, i caratteristici rustici, i borghi medievali, i santuari, i sentieri panoramici sul mare e sui pendii. Se si aggiungono poi i pregiati vini liguri, il pescato fresco, la cucina e l’artigianato tradizionale, si coglie il valore di questi luoghi.

COME ARRIVARE al Parco Naturale Regionale delle Cinque Terre

IN AUTO:

AUTOSTRADE: Dalla A12, nella tratta Genova-La Spezia, si può uscire al casello di Carrodano e quindi proseguire per Levanto-Monterosso. In senso contrario, uscendo al casello di Brugnato, si può raggiungere Monterosso. Provenendo dalla Spezia si può prendere la strada Litoranea e quindi raggiungere Riomaggiore e Manarola. Una stretta e tortuosa strada, detta “dei Santuari”, collega tra di loro i cinque borghi.

IN TRENO:

E’ il mezzo di trasporto ideale per recarsi alle Cinque Terre. Le corse hanno una notevole frequenza, in particolare durante la stagione estiva. Il capolinea è La Spezia, sulla linea Pisa-Genova, dove si fermano tutti i treni a lunga percorrenza.

BATTELLO:

In primavera-estate esistono collegamenti giornalieri via mare da La Spezia, Lerici e Porto Venere. Monterosso, Vernazza, Manarola e Riomaggiore sono inoltre servite, nell’arco della giornata, da linee di navigazione interne, con capolinea Monterosso.